• mespad.mail@gmail.com

Archivio dei tag regolamento

17/02 ore 17.30 ASSEMBLEA MEDICI IN FORMAZIONE

Comunichiamo che si terrà mercoledì 17 febbraio alle ore 17.30 presso l’aula VS3 del Palafellin un incontro per i medici in formazione, un invito soprattutto ai rappresentanti degli specializzandi di ogni specialità. Temi dell’incontro saranno:
1) Relazione Osservatorio di Ateneo del 28/01
2) Presentazione risultati questionario medici in formazione:
48 ORE, MATERNITÀ E FORMAZIONE
3) Dibattito su criticità per il medico in formazione specialistica. –> INFO SU WWW.MESPAD.IT

Si raccomanda la diffusione dell’evento e si ricorda l’invito a partecipare a tutti gli specializzandi e soprattutto ai loro rappresentanti.

A presto,

Direttivo MESPAD FederspecializzandiASSEMBLEA17FEBBRAIO

A Padova il problema non sono le cicogne

Nei giorni scorsi molti giornali hanno raccontato la favola breve delle 130 cicogne in arrivo all’Ospedale di Padova. Crisi aziendale, agitazioni sindacali e ricorso al prefetto, ecco cosa succede a restare incinte in così tante e tutte insieme (qui, qui, e qui qualche esempio di come è stata data la notizia).
E in fin dei conti questa storia sembra perfetta per il nostro paese, in cui la condizione implicitamente subalterna di madre e/o donna è uno dei chiari indici della mancata democrazia.
Nell’azienda ospedaliera di Padova, su 5500 dipendenti il 72% sono donne.
Questo significa che le 130 maternità di quest’anno non fanno eccezione rispetto a quelle degli anni scorsi e rientrano perfettamente nella media dei 120/135 casi.
Le maternità diventano un problema nel momento in cui la Regione Veneto non ne autorizza la sostituzione, creando delle carenze in organico, fino a dentro la sala operatoria.
Le mancate sostituzioni non sono però un trattamento riservato ai casi di maternità.
Non vengono adeguatamente rimpiazzati neanche i 60 casi annuali di malattie lunghe oltre i 60 giorni, e nemmeno i 400 prescritti quelli cioè che, a causa di patologie muscolo scheletriche, lavorano in modo limitato.
Si arriva così a cercare di rimanere operativi nell’assenza quotidiana di 200 risorse, quando il numero di persone alla ricerca di lavoro in questo momento è altissimo.
Nel reparto di cardiochirurgia i trapianti li fanno di notte, una notte si e una no, perché di giorno devono fare le operazione ordinarie.
“Questa succede quando per ripianare i bilanci delle ULS (unità locali sociosanitarie) si taglia sul personale e sui servizi.
Non è la maternità il problema ma l’emergenza cronica in cui versiamo da anni. Così non siamo in grado di garantire il servizio sanitario ai cittadini e al territorio, è questo il motivo dell’agitazione. Ho ricevuto molte chiamate dalle colleghe, mi chiedevano perché i giornali raccontassero la situazione enfatizzando sui casi di maternità. Non conosco i motivi ma mi è sembrato becero”, Giancarlo Go, delegato CGIL.

Tratto da https://mamminapostmoderna.wordpress.com/2016/02/02/a-padova-il-problema-non-sono-le-cicogne/

Assemblea Neospecializzandi – 10 novembre

Martedì 10 novembre ore 17.00 Aula Ramazzini MeSPad Federspecializzandi Padova invita i neo specializzandi e specializzandi ad una riunione con temi all’ordine del giorno:

  • DIRITTI E DOVERI DEI MEDICI IN FORMAZIONE
  • MESPAD E FEDERSPECIALIZZANDI: SERVONO?
  • CONSIGLIO DI SCUOLA: QUESTO SCONOSCIUTO….
  • ASSICURAZIONE: GUIDA E AGGIORNAMENTI

Diffondi l’niziativa!ASSEMBLEA10NOVEMBRE

Accesso alle Specializzazioni Mediche: entro il 31 luglio la seconda prova nazionale

E’ pronto ed è stato inviato al Consiglio di Stato il nuovo Regolamento per l’accesso alle scuole di Specializzazione in Medicina. Come annunciato in Parlamento, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini ha infatti deciso di semplificare alcuni passaggi del Regolamento per sveltire le procedure di scorrimento delle graduatorie finali.

Due le modifiche rilevanti. Ogni candidato potrà concorrere per un massimo di 3 tipologie di Scuola da indicare in ordine di preferenza. Inoltre, i 70 quesiti della parte generale della prova di selezione faranno riferimento alla formazione clinica del percorso di laurea, per improntare le prove a una maggiore caratterizzazione pratico-applicativa nella porzione comune dei quiz.

Il bando per il secondo concorso nazionale di accesso alle Scuole sarà quindi emanato entro il 30 aprile, non appena il Regolamento tornerà dal Consiglio di Stato e dopo aver completato il passaggio alla Presidenza del Consiglio e alla Corte dei Conti. Le prove si svolgeranno entro il 31 luglio.

 

 

http://www.istruzione.it/comunicati/cs280215bis.html